Rustico Filippi

Rustico Filippi

Rustico di Filippo o Filippi, soprannominato il Barbuto, nacque in Firenze di famiglia popolana fra il 1230 e il 1240, da padre ascritto all'arte della seta. Nulla si sa della data della morte, forse verso il 1295, è ignota, forse a Firenze.

Il poeta è noto come iniziatore della poesia comico burlesca che avrà largo sviluppo nel XIV Secolo:ha lasciato ventinove sonetti aulici, di argomento amoroso, secondo la tradizione della scuola siciliana ed altrettanti comico-realistici, scritti in linguaggio con forte connotazione dialettale e gusto caricaturale, contro personaggi reali od immaginari.

La "sfortuna" critica di Rustico Filippi è dovuta in primis alla difficoltà di accesso alle sue poesie, immerse come sono in un ambiente municipale lontano da noi più di sette secoli, ma non solo a questo. Pesa anche contro di lui, come del resto contro gli altri poeti comico-realisti, la storica diffidenza degli studiosi, che hanno giudicato "popolare" e artisticamente irrilevante il loro contributo alla letteratura. In realtà gli studi degli ultimi cinquanta anni hanno dimostrato come la poesia comico-realistica sia tutt'altro che popolare: perfettamente regolata dal punto di vista metrico e articolata retoricamente, i suoi debiti (e il suo retroterra culturale) sono rintracciabili nella poesia mediolatina goliardica, nelle artes e nella poesia trovatorica.

Le Opere

Sonetti Aulici e comico-realistici . Raccolta dei componimenti poetici che Rustico Filippi scrive nel corso della sua vita.


Cerca Nel Sito
Search in This Site


Gambling Affiliation