Bonagiunta Orbicciani

Bonagiunta Orbicciani

Poeta lucchese, nato ciraca nel 1220 e morto nel 1290 (parlano di lui alcuni documenti datati tra il 1242 e il 1247). Conosciuto anche come Bonagiunta da Lucca. Coetaneo, se non più vecchio di Guittone, Bonagiunta è stato definito da Contini "l’autentico trapiantatore dei modi siciliani in Toscana". Autore di sonetti, ballate e canzonette, di molto è debitore, nello stile, al Notaro Giacomo da Lentini. Dante, che nel De vulgari eloquentia rimprovera a Bonagiunta l’eccessivo municipalismo, nel canto XXIV del Purgatorio (il girone è quello dei golosi) fa pronunciare al poeta lucchese la celebre definizione di Dolce Stil Novo (vv. 55-62): essa contiene anche il riconoscimento, da parte di Bonagiunta, della superiorità dell’Alighieri rispetto ai suoi predecessori.

Le Opere

Canzoni. Raccolta, ordinata, delle Canzoni che Orbicciani scrive nel corso della sua vita.

Discordi e Ballate. Raccolta, ordinata, di Discordi e Ballate scritti da Orbicciani.

Sonetti. Raccolta, ordinata, delle Sonetti di Orbicciani.

Tenzoni. Raccolta, ordinata, delle Tenzoni di Orbicciani.


Cerca Nel Sito
Search in This Site


Gambling Affiliation
Gambling Affiliation